correre è una filosofia libro di Giada de Pascale

Correre è una filosofia – Gaia de Pascale

Libri
Condividi l'articoloShare on Facebook47Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

La corsa come strategia per affrontare la vita. Un percorso affascinante attraverso le storie di grandi runner.

Correre è una filosofia Gaia de Pascale“Correre non serve a niente”. Questo, che è anche il titolo del capitolo conclusivo del libro, è in estrema sintesi il pensiero dell’autrice sulla corsa. Ed è proprio in questa inutilità intrinseca il segreto della felicità, la ragione profonda per cui si corre. Non per ottenere un risultato, una vittoria, un record. Si corre per correre. E quando si corre ci si dimentica di tutto, della fatica, del dolore, ci si dimentica persino di correre.
Gaia de Pascale non è propriamente una scrittrice di sport: si occupa di letteratura e antropologia, e ha un dottorato di ricerca in analisi e interpretazione dei testi. Infatti ciò che l’ha spinta verso la corsa, come attività e come campo di indagine, non è tanto il lato sportivo, quello della prestazione, della competizione, quanto quello umano della ricerca del senso e della felicità. L’autrice ha cominciato a correre, e ad interessarsi della corsa, in seguito a un incontro che per lei è stato illuminante: quello con il leggendario ultramaratoneta Marco Olmo. E ciò che l’ha attratta di quest’uomo più che gli incredibili risultati sportivi ottenuti in età avanzata (Marco Olmo è diventato campione mondiale di ultramaratona nel 2005, all’età di 58 anni vincendo l’ultra trail del Monte Bianco) è stata la profonda umanità, sono state le motivazioni che hanno guidato la ferrea volontà di quest’uomo di riscattare attraverso la corsa una vita da perdente.
Di Marco Olmo, come di tanti altri personaggi reali e immaginari, racconta Giada in questo libro, provando attraverso di loro a scandagliare le tante ragioni per cui si corre, e si fa della corsa uno stile di vita. Si va da Henry Rono, campione keniano degli anni ’70, che finito in carcere ingiustamente insegue la libertà attraverso il suo desiderio di correre, a Pinocchio, che correndo si imbatte nella giustizia sommaria di un carabiniere, a Pietro Mennea, allo scrittore giapponese Murakami Haruki.
La corsa per Gaia de Pascale è una fonte di storie, e di per se stessa un modo per raccontare. Attraverso la corsa ognuno dice qualcosa di ciò che è, e ognuno in fondo è una storia da raccontare. Ed è questa storia che l’autrice ha cercato di cogliere. Chiunque legga questo libro, che sia un runner oppure no, riconoscerà qualcosa di se stesso, delle sue motivazioni per correre, e per inseguire la felicità.

Acquista Correre è una filosofia su Amazon
Vedi gli altri libri di Passione Running

Condividi l'articoloShare on Facebook47Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento